Villaggio Crespi

Raggiunta la frazione di Concesa,è sufficiente attraversare il fiume per ritrovarsi catapultati nel XIX° secolo tra le vie dello straordinario sito UNESCO di Crespi d’Adda, villaggio operaio.

costruito a partire dal 1878. La fabbrica (con i reparti di filatura, tessitura, finissaggio e la piccola centrale idroelettrica) all’ombra dell’elegante e imponente castello padronale, il dopolavoro, la chiesa, le villette operaie e le ville con parco dei dirigenti, la scuola con il teatro…..tutto racconta ancora oggi l’utopia dell’industriale illuminato Cristoforo Benigno Crespi e del figlio Silvio che costruirono un mondo ideale, tutto incentrato sul perno della fabbrica e del lavoro operaio. Si tratta di un monumento “vivo”, abitato ancora oggi dai discendenti degli operai del Crespi: passeggiando fra le schiere di ordinate villette, si assaporano una quiete ed un silenzio ben diversi da un passato florido, fatto di andirivieni di biciclette, di giornate scandite dai turni ai macchinari e di tempo libero meticolosamente organizzato. Una straordinaria testimonianza di un’epoca che ha cambiato, a cavallo fra Ottocento e Novecento, i destini dell’intero Paese.